Banca Mediolanum per gli Enti Ecclesiastici

Gestire un patrimonio è una cosa complessa, e che richiede profondo senso di responsabilità in ciascuna scelta, in particolare se questo patrimonio rappresenta la fonte a cui attingere per sviluppare iniziative e progetti destinati ad aiutare il prossimo o a preservare quei beni che gli Enti Ecclesiastici amministrano.

Banca Mediolanum, attraverso i propri Family Banker®, mette a disposizione di ciascun Ente Ecclesiastico le conoscenze, competenze ed esperienze necessarie a salvaguardare e conservare il patrimonio degli Enti e la selezione degli strumenti più idonei a generare nel tempo un flusso di risorse da destinare alle attività ricorrenti degli stessi.

Come per i nostri clienti, crediamo nell’importanza della tutela del patrimonio, in quanto vitale per la sopravvivenza e per il perseguimento degli obiettivi di ciascun Ente Ecclesiastico. Per questo riteniamo fondamentale la professionalità di un collaboratore per affrontare la complessità delle questioni economiche e finanziarie nella gestione del patrimonio, per questo riteniamo che i nostri Family Banker siano la risposta a questa esigenza.
Banca Mediolanum ed i suoi Family Banker non rappresentano solo un partner professionale, serio, affidabile, trasparente nel campo della gestione del risparmio, ma sono una testimonianza concreta dei valori che condividono: Relazione, Innovazione, Libertà, Impegno.

L’Impegno non è solo quello nei confronti dei clienti, ma anche quello nei confronti della società in cui viviamo. Ne sono un esempio:
• le offerte dirette di Fondazione Mediolanum ONLUS a favore di enti religiosi che si occupano di infanzia e donne nelle regioni di Africa, Sud America e Asia;
 la collaborazione con la Caritas delle diocesi lombarde e piemontesi per favorire il microcredito familiare;
 gli interventi diretti a favore di iniziative caritative;
 gli stanziamenti a favore di clienti e collaboratori colpiti da gravi calamità naturali.

 

"Occorre vigilare attentamente affinché i beni degli Istituti siano amministrati con oculatezza e trasparenza, siano tutelati e preservati, coniugando la prioritaria dimensione carismatico-spirituale alla dimensione economica e all’efficienza, che ha un suo proprio humus nella tradizione amministrativa degli Istituti che non tollera sprechi ed è attenta al buon utilizzo delle risorse."

Messaggio di Papa Francesco ai partecipanti al simposio internazionale sul tema “La gestione dei beni ecclesiastici degli istituti di vita consacrata e delle società di vita apostolica a servizio del’humanum e della missione nella chiesa”.
8 marzo 2014